Home » Novità » Riapertura delle celebrazioni

Riapertura delle celebrazioni

Nella nostra Chiesa, le celebrazioni non sono mai venute meno, anche se, per ovvie ragioni, alla maggior parte dei nostri parrocchiani non è stato possibile frequentarle. Da qualche giorno è però nuovamente possibile celebrare, sebbene con alcune restrizioni, in modo pubblico.

Qui di seguito, alcune regole fondamentali.

  1. L’accesso individuale alla chiesa deve svolgersi in modo da evitare ogni assembramento.
  2. Nel rispetto della normativa sul distanziamento tra le persone, e viste le dimensioni della nostra chiesa, è possibile ospitare fino a circa 17 fedeli.
  3. Tutti i fedeli sono tenuti a indossare mascherine. Inoltre, per maggiore tutela di noi tutti, NON bisogna baciare le icone in chiesa, ma fare solo le tre piccole prostrazioni
  4. All’ingresso in chiesa, troverete un dispenser di igienizzante idroalcolico per le mani, da usare obbligatoriamente.
  5. Per evitare che i locali si trovino comunque ad essere sovraffollati, continueremo comunque a celebrare a porte chiuse. Ci rendiamo conto che questa regola non piacerà a tutti, ma non abbiamo un servizio d’ordine che possa gestire il flusso dei fedeli.

NON PUÒ ACCEDERE ALLA CELEBRAZIONE

  • Chi presenta sintomi influenzali/respiratori o temperatura corporea pari o superiore ai 37,5° C.
  • Chi sia entrato in contatto con persone positive a SARS-CoV-2 nei giorni precedenti.

Continueremo ancora a trasmettere in streaming la Liturgia della Domenica sul canale di Orthodoxia: https://www.youtube.com/channel/UCaMSx0dkfjUGCiOA5emABqg

Non c’è bisogno di ricordare che, nel caso di un controllo che verifichi l’inosservanza dei punti sopra esposti, a farne le spese sarà, a livello legale, il Parroco.

p. Daniele


Leave a comment

Orthodoxia

San Giuseppe il Nuovo di Cappadocia

San Giuseppe il Nuovo (Joseph Kioseïrkoglou) nacque tra il 1820 e il 1830 nella zona di Kermir, in Cappadocia, non distante da Cesarea. Era un venditore ambulante e un pellegrino, un uomo di preghiera che seminava ovunque andasse la Parola di Dio.

«Troverete il bambino avvolto in fasce, adagiato in una mangiatoia»

Omelia per la Natività del Metropolita Filarete di Mosca Il significato del bambino Gesù avvolto in fasce ci viene spiegato da uno degli antichi dottori cristiani. Nelle sue fasce, Gesù predice la propria sepoltura. In realtà le fasce di un neonato e il sudario dei morti erano originariamente tessute da un artigiano; la culla e […]

MESSAGGIO PER LA NATIVITÀ 2020

“Tutto il creato si rallegri, poiché ecco che il Creatore che esiste prima di tutti i secoli nasce a Betlemme e appare bambino neonato” (Canone proeortion, 23 Dic., ode 4) Cari Padri e Fratelli, figli nel Signore che è nato, Il nostro Signore Gesù Cristo è nato e la gioia irradia il mondo intero! Il […]

Insegnamenti sui pensieri impuri e sulla preghiera

di Sant’ Ambrogio di Optina 1 Qualcuno chiese allo Staretz Ambrogio di Optina: «Padre, quando, contro la mia volontà, pensieri impuri passano per la mia mente, sto peccando?» «Ascolta, figlia mia», rispose lo Staretz. «Una certa asceta, Ekaterina Seneiskaya, fu a lungo tormentata da pensieri impuri. Alla fine, Cristo la visitò e subito i pensieri […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: