Home » Letture domenicali e festive » Prima Domenica di Luca

Prima Domenica di Luca

28 Settembre / 11 Ottobre 2020
Prima Domenica di Luca (XVIII dopo Pentecoste)
Tono primo
Venerabile Caritone il Confessore

Evangelo del Mattutino VII (Gv 20, 1-10)

Prochimeno
Venga la tua misericordia, Signore, su di noi, così come abbiamo sperato in te.
Esultate, giusti, nel Signore, ai retti si addice la lode. (Ps 32, 22. 1)

Lettura della seconda epistola di Paolo ai Corinti (9, 6-11)
Fratelli, chi semina scarsamente, mieterà scarsamente; chi semina con larghezza, raccoglierà con larghezza. Ciascuno dia come ha deciso col cuore, non con tristezza né per necessità: Dio ama il donatore ridente. E Dio può fare abbondare per voi ogni grazia, così che, avendo sempre il necessario in tutto, abbondiate in ogni opera buona, come sta scritto: Distribuì, diede ai poveri; la sua giustizia rimane per sempre. Colui che somministra la semente al seminatore e il pane per il nutrimento, darà e moltiplicherà anche a voi la semente e farà crescere i frutti della vostra giustizia. Allora sarete ricchi per ogni generosità, e questa produce l’azione di grazie a Dio per mezzo nostro.

Alleluia
Il Dio che mi dà le vendette e sotto di me ha sottomesso i popoli,
è lui che fa grandi le salvezze del suo re e fa misericordia al suo Cristo. (Ps 17, 48. 51)

Evangelo

secondo Luca (5, 1-11)
In quel tempo Gesù stava presso il lago di Genesaret e vide due barche che erano presso il lago e i loro pescatori erano scesi e lavavano le reti. Salito su una barca, che era di Simone, lo pregò di allontanarsi un po’ da terra. E seduto, ammaestrava le folle dalla barca. Quando poi terminò di parlare, disse a Simone: “Allontanati al largo e calate le vostre reti per la pesca”. Simone rispose e disse: “Maestro, abbiamo faticato per l’intera notte e niente abbiamo preso; però sulla tua parola calerò le reti”. Fecero così e rinchiusero una gran quantità di pesci e le loro reti si rompevano. Allora fecero segno ai compagni dell’altra barca ché venissero ad aiutarli. Essi vennero e riempirono entrambi le barche a tal punto che esse affondavano. Vedendo questo, Simon Pietro si gettò alle ginocchia di Gesù dicendo: “Allontanati da me, Signore, perché sono uomo peccatore!” Egli infatti e tutti quelli che erano con lui erano stupiti per la pesca dei pesci che avevano preso. Lo stesso anche Giacomo e Giovanni, figli di Zebedeo, che erano compagni di Simone. E Gesù disse a Simone: “Non temere: da questo momento prenderai vivi gli uomini”. Portate le barche a terra, abbandonarono tutto e lo seguirono.


Leave a comment

Orthodoxia

Ottava Domenica di Matteo

25 Luglio / 7  Agosto 2022 Ottava Domenica dopo Pentecoste (Ottava Domenica di Matteo) Tono grave (settimo) Dormizione di Sant’Anna Santa Olimpiade, diaconessa Evangelo mattutino ottavo (Giovanni 20, 11-18)

dal blog del Parroco: Anastasis

Omelia per l’ottava Domenica di Matteo

25 Luglio / 7  Agosto 2022 Ottava Domenica dopo Pentecoste (Ottava Domenica di Matteo) Tono grave (settimo) Dormizione di Sant’Anna Santa Olimpiade, diaconessa LETTURE: Prima epistola di Paolo ai Corinti  (1 Corinti 1, 10-17) Evangelo secondo Matteo (Matteo 14, 14-22)

Omelia per la Domenica dei Santi Padri

18 / 31 Luglio   2022 Settima Domenica dopo Pentecoste (Settima domenica di Matteo) Commemorazione dei Padri dei primi sei Concili Ecumenici Tono sesto LETTURE Apostolos: Epistola ai Romani (Rm 15, 1-7) – della Domenica Epistola a Tito (Tito 3, 8-15) – per i Santi Padri Evangelo: secondo Matteo (Mt 9, 27-35) (per la settima di […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: